fbpx

RÉSISTER RESISTERE di Silvia Bigi

Dal 11 ottobre al 3 novembre 2019

mostra personale di Silvia Bigi esito di Montagna Sociale Contemporanea 2019 – una Residenza per un Artista in Valle d’Aosta, un progetto a cura di Alessio Zemoz

RÉSISTERRESISTERE è un indagine visiva sulle possibili manifestazioni del dominio, con particolare attenzione alla paura come forma di controllo e assoggettamento. La mostra di Silvia Bigi è l’esito di Montagna Sociale Contemporanea 2019 – una Residenza per un Artista in Valle d’Aosta.
Partendo dall’idea che la storia non sia verità ricostruita, ma creazione antropologica culturalmente determinata, RÉSISTERRESISTERE cerca di tracciare una nuova topografia del territorio di Emarèse. La ricerca non segue una linearità spazio-temporale e vede piuttosto la coesistenza di fenomeni che hanno attraversato il territorio e che si sono depositati sulla sua terra, formando strati compresenti e comunicanti. Sono le storie invisibili, dimenticate, che qui riaffiorano e si materializzano in una nuova iconografia, a ricordo di quelle strategie che tutt’oggi si ripetono davanti ai nostri occhi, sforzi di subordinazione messi in atto attraverso un processo di marginalizzazione.

RÉSISTER RESISTERE è la mostra personale di Silvia Bigi, vincitrice della seconda edizione del bando Montagna Sociale Contemporanea, ideato e curato da framedivision e progettoSKIA. Montagna Sociale Contemporanea è una piattaforma progettuale dedicata allo sviluppo di strategie di ricerca, comprensione e racconto per immagini della montagna come contesto sociale di particolare interesse in chiave di evoluzione economica e culturale delle comunità alpine della Valle d’Aosta. Essa promuove una progettualità articolata capace di lavorare sui concetti di identità e sviluppo della comunità su cui essa insiste.

Montagna Sociale Contemporanea si configura come una residenza per un artista in Valle d’Aosta che nel 2019 produce la mostra dell’opera di Silvia Bigi, realizzata durante la sua permanenza a Emarèse (AO), nell’estate dello stesso anno, e che ruota attorno al tema de “il dominio”.
un progetto a cura di framedivision progettoSKIA con il sostegno di Consiglio regionale della Valle d’Aosta con il sostegno di Assessorato Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali della Regione autonoma Valle d’Aosta in collaborazione con Castello Gamba – Arte moderna e contemporanea in Valle d’Aosta in collaborazione con Centre d’études Abbé Trèves con il patrocinio del Comune di Emarèse.